martedì 20 settembre 2016

Famiglie ed altre calamità cap 4

Il cielo di settembre quella mattina  aveva l'aspetto del latte cagliato, così pieno com'era di straccetti di nuvole . Il caldo agostano aveva lasciato finalmente il passo ad un'arietta frizzante ed in questo clima di fine stagione,  la famiglia Bonvicini si era ritrovata dopo le vacanze...dei figli. 
Davanti ad una tazza di caffè caldo, la madre, il padre e zia Claretta iniziavano un'altra giornata all'insegna dei musi lunghi, delle parole cadute nel vuoto e degli occhi levati al cielo.
Tutti e tre con  lo sguardo leggermente perso ad immaginare possibili vie di fuga...sì perchè anche zia Claretta non ne poteva più di quella convivenza .
In effetti quella donna non  mostrava alcun segno di gratitudine per essere stata accolta in casa dal figlio dl suo marito e se ne stava lì  con la sua gamba ingessata, tutta sdegnata ed infastidita .  E così era trascorso il mese di agosto.
La madre mise le tazze in lavastoviglie e fece cenno al padre che doveva parlargli a quattrocchi. 
" Non ti sembra il momento di riportare la Vecchia Ciabatta a casa sua ?"  sibilò la madre a voce bassa, una volta girato l'angolo .
" Ci stavo pensando anch'io, mio padre arriverà domani all'aeroporto di Malpensa, vado  a prenderlo e poi li porto a casa loro tutte e due ..."   aveva riposto il padre tutto di un fiato.
Ma, attenzione, le cose sembravano prendere pieghe inaspettate  quell'estate, come se la famiglia fosse sotto l'influenza di qualche stella di poco pregio.  Dare tutto per scontato...sarebbe stato una leggerezza.
C' era stato infatti,  il ritorno a casa di Matilde ed Estelle Ladoit, insieme. 
Il professore, uomo di larghissime vedute  nonchè padre francese della bella Estelle,  l'aveva cacciata di casa senza neanche darle modo di parlare subito dopo aver scoperto la sua scelta di genere . 
Matilde allora, era tornata a casa ben decisa a non permettere a nessuno di dire neanche una parola a riguardo ed annunciando che avrebbe diviso con lei la sua stanza . Quindi che problema poteva esserci ?
Aveva  lasciando ai suoi lo sgomento di dover accettare in velocità una situazione nuova ed insolita, giusto un attimo  prima di essere tacciati di omofobia , borghesismo palustre ed insensibiltà. 
Con un sorriso stirato avevano detto " Non c'è problema..."

Nessun commento:

Holly

Holly
"..Davvero pensi che non ti abbia capito..."

Lothlorien

Lothlorien
" Là dove tutto il mondo s'incontra in un solo nido"