giovedì 17 giugno 2010

il club delle sorelle-----------------3

Davanti allo specchio del bagno cercava disperatamente di dare un senso compiuto alla sua acconciatura, i capelli,  ribelli e contrari ad ogni artificio , sfuggivano alle mollettine e ricadevano disordinati sulla faccia sbuffante di Giovanna. 
All'ennesimo tentativo, non contenta del risultato, decise che era ora di darci un taglio.  Guardò l'orologio da polso e senza por tempo in mezzo uscì di casa in direzione di una parrucchiera, una qualsiasi.
Il taglio dei capelli l'avrebbe portata a sentirsi all'inizio di qualcosa di nuovo, ed era ciò di cui aveva bisogno...un piccolo segno per un grande cambiamento che premeva dentro di lei come la lava di un vulcano.
E' prerogativa quasi esclusiva delle donne infatti, usare il proprio corpo come mezzo di comunicazione. Cambiare taglio di capelli,  osare look diversi , insomma cambiare punto di vista su di sè, sono a volte dei segni che preludono a dinamiche nuove, ma anche a nuovi desideri.
Naturalmente tutto ciò non è sempre automatico, a volte si tratta di un affiorare alla coscienza di pulsioni molto profonde, che non sono nemmeno così chiare a se stesse.  Un inizio insomma  da cui può scaturire un'evoluzione,  oppure solo un raggio di luce subito assorbito dal buio.
Quel mattino di martedì , Giovanna entrò attraverso la  porta del salone  " Trucco e parrucco", come Alice nello specchio.
Sperava che verso sera , quando avrebbe incontrato le sue amiche,  almeno qualcuna di loro avrebbe notato quanto la differenza   fosse...sostanziale.

1 commento:

monica ha detto...

che invidia saper raccontare così bene quello che si vive. per quanto riguarda i tagli di capelli come inizio di svolta personalmente il più delle volte mi fermo lì e talvolta anche incazzata perchè il taglio è uno schifo. moni

Holly

Holly
"..Davvero pensi che non ti abbia capito..."

Lothlorien

Lothlorien
" Là dove tutto il mondo s'incontra in un solo nido"